Tutti gli articoli

Chiesta archiviazione per il carabiniere che sparò e uccise un ladro

Indagato inizialmente per eccesso colposo dell’uso legittimo delle armi, ieri è stata chiesta l’archiviazione a carico del carabiniere che, lo scorso 24 febbraio, sparò e uccise un ladro.

Secondo l’accusa, l’appuntato tentò di fermare con un collega la Fiat Bravo rubata in sosta in via don Minzoni aprendo lo sportello, quando l’uomo alla guida – il trentacinquenne albanese Klodian Hysa – accelerò cercando di investirlo.

Fu allora che il carabiniere estrasse la pistola e sparò. In base ai fatti, quindi, sebbene l’albanese non avesse voluto uccidere i militari ma scappare, ha messo a repentaglio la loro vita perché, per non farsi riconoscere avrebbe girato la testa, accettando così il rischio di investirli. Il colpo partito accidentalmente sarebbe quindi legittimo.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento