Tutti gli articoli

Vigile del fuoco freddato sotto casa – arrestato il killer

Inizialmente il caso non appariva di facile soluzione – dice il sostituto procuratore Monica Monego che ha coordinato le indagini – ma grazie al perfetto coordinamento tra le forze dell’ordine e’ stata scartata la pista mafiosa e della criminalita’ e ci siamo indirizzati sulla sfera privata”. Quando è intervenuta la Polizia Scientifica per il sopralluogo il finestrino dell’autovettura era in frantumi e il cadavere dell’uomo giaceva ancora nella posizione del guidatore. E’ stato esaminato un filmato registrato da una telecamera posta nei pressi dell’abitazione, dal quale si rilevava il passaggio ripetuto di un’autovettura di colore grigio che più volte transitava davanti l’abitazione della vittima. L’uomo, un commerciante di ortofrutta di 56anni domiciliato a Londra, ha confessato il delitto: domenica sera ha preso uno dei fucili da caccia della madre e ha raggiunto l’abitazione di Giorgio Saillant. L’uomo è stato fermato dalla polizia e dai carabinieri nel primo pomeriggio e interrogato per ore. Dovrà rispondere di omicidio volontario e porto abusivo di armi da fuoco. E’ stato ucciso così unvigile del fuoco di Vittoria, Giorgio Saillant, 57 anni, nella serata di ieri. Gli investigatori hanno sentito congiunti ed i colleghi di lavoro della vittima per ricostruire i movimenti immediatamente precedenti al delitto. “Lui era in auto – ha riferito Assenza al magistrato – e io l´ho affiancato con la mia: l´ho visto sorridere a mo´ di scherno e ho sparato per mettergli paura, per fargli capire che doveva smetterla e lasciare in pace me e mia moglie”.

Dalle indagini sulle utenze telefoniche contattate dalla vittima è stato possibile accertare che Saillant avesse effettuato diverse chiamate e tra queste alcune che conducevano ad una donna. Altro dato a carico del sospettato, la detenzione da parte della madre di due fucili da caccia calibro 12, arma compatibile con quella utilizzata per procurare la morte del vigile del fuoco e regolarmente denunciata. Domani alle 11 si terrà l’interrogatorio di garanzia per la convalida davanti al Gip Andrea Reale

FONTE

Condivisione

Lascia un commento