Viaggio nella Roma in mimetica guardata a vista da 2mila soldati

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

I militari hanno poteri di pubblica sicurezza e in turni di sei ore presidiano le stazioni della metro e tutti i luoghi sensibili. Armati di pistola e mitra, sono stati addestrati ad hoc anche per il soccorso

La grande bellezza indossa il giubbetto anti-proiettile. È una giornata di sole splendente a Roma. Ma se il primo giorno di inverno meteorologico si mimetizza dietro il velo leggero delle temperature primaverili, sono facilmente individuabili le forze di pubblica sicurezza e i militari dispiegati in tutta la Capitale per vigilare sulla sicurezza dei romani e dei milioni di fedeli attesi dall’8 dicembre per il Giubileo.

L’indicazione della Questura è chiara: fare in modo che servizi di controllo siano «improntati a criteri di massima visibilità, privilegiando l’impiego di personale in uniforme». E così i presidi fissi e le pattuglie mobili ricordano con la loro presenza che la stagione di sangue del jihadismo rischia di bussare alle nostre porte. Sedi istituzionali, ambasciate, tribunali, luoghi religiosi, San Pietro, ma anche le altre tre basiliche. E poi naturalmente piazza di Spagna, piazza Navona, il Pantheon, via dei Fori Imperiali e soprattutto il Colosseo. Obiettivi che richiedono periodiche ispezioni e bonifiche anche del sottosuolo. Un dispiegamento di uomini su vasta scala per sorvegliare una città che si estende su 1.287 chilometri quadrati. A Roma ci sono 11.694 uomini della Polizia, 7.438 Carabinieri e 4.897 unità della Guardia di Finanza, oltre ai 5.600 vigili urbani. A queste forze si aggiungono i militari dell’operazione «Strade sicure». Fino al 13 novembre erano 1.300 su Roma (in totale sull’intero territorio italiano sono 5.000), poi sono stati portati a 2.000.

leggi tutto

http://www.ilgiornale.it/news/politica/viaggio-nella-roma-mimetica-guardata-vista-2mila-soldati-1200499.html

Condivisione

Lascia un commento