Tutti gli articoli

Una giornata da spotter a Ghedi con Tornado ed F-35

NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

l  mestiere dello spotter è duro, non sembra ma lo è. E’ anche costoso, perché non basta l’onnipresente cellulare per portare a casa scatti decenti. “Ma il mio smartphone ha la fotocamera Zeiss!” si sente dire da questo e da quello.

E’ vero che l’elettronica ha raggiunto livelli impensabili solo qualche anno fa e che la post-produzione salva scatti così-così o crea immagini da zero con mille artifizi. Ma una reflex ed un ottica in mano, hanno il loro perché. Costano, costa la benzina e l’autostrada, il tempo da dedicare ed il rischio di tornare a mani vuote. Ma cosa ci vogliamo fare, se siamo appassionati?

Così, a volte gli appostamenti premiano, rispettosi delle regole nello scattare immagini attorno ad aree attenzionate, il colpo di fortuna  accade e si porta a casa o lo scatto da cineteca o la chicca di turno. Oppure un aereo militare di quinta generazione. Uno stealth. Uno dei cinque operativi con l’Aeronautica Militare. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento