Tutti gli articoli

Ucciso pusher in fuga, poliziotti assolti: ma la sentenza è con la formula del dubbio

La Spezia – Il proiettile che ha ucciso il pusher Karim Talbi non è mai stato ritrovato. E non vi è certezza che sia stato esploso dalle pistole di ordinanza utilizzate dagli agenti della Polstrada Alessandro Mainardi e Roberto Bergamaschi. Il tribunale così li ha assolti entrambi con la formula del dubbio. Per loro l’incubo, cominciato nella notte del 16 gennaio 2012, è finito nel primo pomeriggio di ieri. Il giudice per l’udienza preliminare Mario De Bellis ha scagionato i due poliziotti accusati di omicidio volontario.

Il sostituto procuratore Luca Monteverde aveva chiesto condanne per nove anni e quattro mesi di reclusione e altri quattro anni e sei mesi di carcere per le dichiarazioni false rese agli inquirenti.

Leggi l’ articolo competo

QUI

Condivisione

Lascia un commento