Troppo pochi 2mila braccialetti elettronici in tutta Italia

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

La Camera Penale di Piacenza aderisce all’astensione dalle udenze penali fino al 4 dicembre per protestare nei confronti dell’utilizzo minimo del braccialetto elettronico per il controllo a distanza dei detenuti: sono solo 2mila gli apparecchi in Italia per un costi di fornitura di ben 11 milioni di euro

L’Unione delle Camere Penali Italiane, con il proprio Osservatorio Carcere, denuncia la parziale e minima applicazione del cosiddetto braccialetto elettronico per il controllo a distanza dei detenuti agli arresti domiciliari. Il 30 novembre 2015, nel primo giorno di Astensione dalle udienze , l’Unione ha promosso iniziative locali e una manifestazione nazionale a Firenze, la “Giornata dei Braccialetti” dal titolo “Diamo effettività agli art. 275 bis c.p.p. e 58 quinquies O.P.” con lo slogan “più braccialetti meno carcere”.

«La parziale e minima applicazione dell’ art. 275 bis del codice di procedura penale – fa sapere l’Unione – e dell’art. 58 quinques Ordinamento Penitenziario, per quest’ultimo possiamo dire inesistente, è in palese violazione dei diritti dei detenuti e in contrasto con l’esigenza di superare e prevenire il sovraffollamento nelle carceri italiane.

continua a leggere

http://www.ilpiacenza.it/cronaca/troppo-pochi-2mila-braccialetti-elettronici-in-tutta-italia.html

Condivisione

Lascia un commento