Tutti gli articoli

Travolge auto e provoca 2 morti: militare a gip,volevo morire, il giudice lo libera.

“Volevo morire”. Con queste parole Emanuele Secci, il militare di 36 anni della Brigata Sassari che nel pomeriggio di giovedì scorso era scappato a piedi dopo aver travolto e ucciso due donne con la sua auto lungo la strada a quattro corsie Sassari-Alghero, ha cominciato la sua deposizione nell’interrogatorio che si è tenuto questa mattina davanti al gip del tribunale di Sassari, Antonello Spano, per la convalida degli arresti.

L’uomo, accompagnato dai suoi avvocati Edoardo Morette e Andrea Delias, è apparso ancora molto scosso per l’accaduto e ha cercato di spiegare al giudice il motivo della sua fuga, subito dopo lo scontro. Ha riferito di ricordare pochissime cose dell’incidente. In particolare ha raccontato di aver preso in braccio la bambina ferita e di averla consegnata nelle mani di una signora che era accorsa sul posto per i primi soccorsi.

Leggi tutto, clicca QUI

 

Condivisione

Lascia un commento