Sottocapo Alessandro Schettini precipitò e morì per una manovra errata

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Alessandro Schettini, elicotterista ostunese di 32 anni, precipitato da un velivolo della Marina militare italiana durante una esercitazione nel marzo scorso, morì per un’errata manovra compiuta da un collega che era sull’elicottero.

È questo il responso del lavoro svolto dal perito nominato dal gip dottor Giuseppe Tommasino che, su richiesta del pm dottoressa Ida Perrone, aveva affidato un incarico per fare piena luce sull’incidente.
La perizia è stata redatta dall’ingegner Umberto Gualtieri che ha risposto ai quesiti finalizzati a fare, appunto, chiarezza sull’incidente.

Il perito, che illustrerà l’esito della sua relazione nell’udienza del 20 gennaio 2017, ha riepilogato le fasi precedenti all’incidente, ricostruendo tutti i movimenti effettuati dagli uomini della Marina che erano sull’elicottero nel momento in cui “recuperavano il naufrago”.
 

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento