Tutti gli articoli

Ti sparo, siamo musulmani non abbiamo paura di nulla. Minacce ai carabinieri e ai loro figli

Minaccia i carabinieri e i figli dei militari: “Ti sparo, siamo musulmani e non abbiamo paura di nulla”. Si tratta di due macedoni musulmani e nei confronti di uno dei due, Valbon Zenku, residente a Carsoli, è stata aperta un’inchiesta dalla procura della Repubblica di Avezzano. Il giovane straniero è accusato di resistenza a pubblico ufficiale a causa di violenza e minacce per aver intimidito con avvertimenti e insinuazioni due carabinieri dopo un posto di blocco. Un maresciallo e un appuntato, entrambi in servizio nella caserma di Vallinfreda, a pochi chilometri da Carsoli, hanno fermato due macedoni della Piana del Cavaliere che viaggiavano a bordo di un Fiat Iveco. Mentre eseguivano l’identificazione dei due giovani operai la situazione è diventata incandescente. Uno di loro, Zenku, si è improvvisamente scagliato contro la pattuglia e ha cominciato a minacciare i due militari dell’Arma. “Ti sparo”, avrebbe affermato lo straniero secondo l’accusa, “a noi non ce ne fotte niente della galera e qui finisce male”. Le minacce sono continuate e hanno chiamato in causa anche i familiari dei militari. “Siamo musulmani”, avrebbe aggiunto il macedone, “non abbiamo paura né di te e neanche di lui. Sappiamo chi siete e che avete dei figli”. A quel punto lo straniero ha circoscritto le intimidazioni aggiungendo che uno dei due aveva “due figli di tre e otto anni”.

leggi tutto

http://www.marsicalive.it/?p=105916

Condivisione

Lascia un commento