Tutti gli articoli

Tar: il Militare si è ammalato di tumore per ripetute vaccinazioni, stress e nano particelle di metalli





Il Tar Lecce accoglie il ricorso di un militare che dopo aver scoperto di avere un tumore al rientro dalle missioni in Albania (nel 2002) e in Kosovo (nel 2004),si era dovuto sottoporre  a  lunghe cure invasive.

Il Ministero della Difesa  4 anni fa gli diede torto non riconoscendo alcun nesso  tra la neoplasia ed il servizio all’estero del militare., malgrado  risultasse chiaramente come in quella zona del Kosovo dove era impiegato, vi fosse stato un massiccio bombardamento con ben 17.237 proiettili all’uranio impoverito .

Il Ministero della Difesa è stato  condannato al pagamento delle spese processuali ammontanti a 2 mila euro. Da quanto riporta trnews.it, il tar nella sentenza pronunciata dal Giudice Carlo Dibello-, ha  dichiarato: Nei casi delicati qual è quello in esame , all’ interessato basta dimostrare l’insorgenza della malattia in termini probabilistico-statistici, non essendo sempre possibile stabilire un nesso diretto di causalità tra l’insorgenza della neoplasia ed i contesti operativi complessi o degradati sotto il profilo bellico o ambientale in cui questi è chiamato ad operare”.



Condivisione

Lascia un commento