Tutti gli articoli

Usa, hacker ammette di aver fornito all’Is dati di militari americani

Un hacker ha ammesso di aver fornito allo Stato Islamico i dati personali di 1.351 militari e funzionari federali americani. E’ accaduto al tribunale federale di Alexandria, in Virginia, dove si è aperto il processo a carico di Ardit Ferizi, 21enne cittadino del Kossovo, nel primo procedimento nella storia giudiziaria americana che vede un imputato a giudizio sia per terrorismo che per un cyberattacco.

Ferizi, residente a Kuala Lumpur, è stato estradato dalla Malaysia negli Stati Uniti. Lo scorso giugno è riuscito a penetrare nel server di una società americana di vendita al dettaglio, ottenendo dati personali su 100mila persone.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento