Tutti gli articoli

Spiava la collega in bagno con dispositivo Usb-Maresciallo espulso dall’Arma

Noto alle cronache per le vicende del 2014, che lo videro prima sospeso dal servizio e poi degradato per aver effettuato delle riprese nel bagno della caserma ai danni di una collega, l’ex militare ha cercato di essere reintegrato nell’Arma dei Carabinieri, sostenendo che i gesti che causarono quella “condotta” furono dettati da un «forte stress psicologico» del quale Continua a leggere