Tutti gli articoli

Svezia, si torna alla leva obbligatoria

STOCCOLMA – Addio al sogno del disarmo progressivo, la pacifica Svezia prepara il ripristino dal 2018 del servizio militare obbligatorio. Lo ha annunciato il ministro della Difesa Peter Hultqvist, membro della Socialdemocrazia (partito-guida della coalizione di sinistra al potere a Stoccolma). Motivo, non dichiarato apertamente dalle fonti governative ma ritenuto ovvio dagli esperti militari e dai media: le crescenti e sempre più pericolose provocazioni militari, aeree e navali, dalla Russia.

La sofferta decisione svedese si inserisce nel trend al riarmo che coinvolge tutti i cinque pacifici, democratici, civilissimi paesi nordici, cioè – oltre al Regno delle tre corone – Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia.

Non è conflitto con radici ideologiche o storiche di russofobia, è una reazione ai fatti: le violazioni dello spazio aereo e navale sovrano dei paesi scandinavi fanno sempre più paura ai governanti come alla gente comune, ai cittadini d’ogni opinione politica, ai partiti d’ogni colore.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento