Tutti gli articoli

STRADE SICURE: Militari fanno arrestare un balordo e si ritrovano nei guai

Ancora una decisione discutibile sull’operato dei Militari Italiani in ambito “strade sicure”.Questa volta rischiano addirittura una condanna per “violata consegna aggravata”.

(Pubblichiamo una breve introduzione dell’ articolo da leggere nella sua interezza collegandosi al link avente la dicitura FONTE riportata in calce a questo paragrafo)

A 7 anni dall’avvio dell’operazione, i numeri parlano chiaro: i militari hanno realizzato ben 14.635 arresti, 9.973 denunce, 7.794 fermi, 2milioni di persone controllate e 12mila mezzi passati al setaccio. Non solo. I soldati sono stati in grado anche di fermare e sequestrare 661 armi che circolavano liberamente nel territorio italiano.

Ma a quanto pare, nel Paese che sembra odiare forze dell’ordine ed esercito, tutto questo non basta. Ai giudici militari non basta. La storia (assurda) viene da Roma, dalla procura militare. Due soldati rischiano un anno di carcere per aver fatto il loro mestiere. Per aver pemesso l’arresto di un balordo, senza usare la forza.

FONTE E RESTO DELL’ARTICOLO

Condivisione

Lascia un commento