Tutti gli articoli

Spese militari, “l’Italia investe 2,5 milioni all’ora”. Al via campagna per creare un osservatorio indipendente

“Se vi stupisce il fatto che lo Stato italiano investa ogni ora due milioni e mezzo di euro in spese militari, di cui mezzo milione solo per comprare nuove bombe e missili, cacciabombardieri, navi da guerra e carri armati, allora vuol dire che c’è bisogno di maggiore informazione e di maggiore controllo democratico sulle spese militari nel nostro paese!”.

E’ la provocatoria riflessione con cui il giornalista Enrico Piovesana, esperto in materia e collaboratore de ilfattoquotidiano.it, ha lanciato insieme a Francesco Vignarca(Rete Italiana Disarmo) e al Movimento Nonviolento (quello fondato nel 1962 da Aldo Capitini) una campagna per la creazione di un osservatorio indipendente sulle spese militari italiane,che si chiamerà Mil€x e che a novembre punta a pubblicare il primo rapporto annuale sul tema.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento