Sito di Monte Venda in stato di abbandono: Interrogazione parlamentare

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Nulla è cambiato. Lo stato di abbandono permane. L’ultimo interessamento del parlamento risale al lontano 2017. In fondo all’articolo puoi visualizzare un video sui resti della base.

Interrogazione a risposta scritta 4-18840
presentato da
BENEDETTI Silvia
testo di Mercoledì 20 dicembre 2017, seduta n. 901
BENEDETTI, BASILIO e RIZZO. — Al Ministro della difesa, al Ministro della salute, al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:

il monte Venda, la cima più alta al centro del parco regionale dei Colli Euganei, è stata una base italiana inserita nella rete di comando Nato tra il 1955 e il 1998. La base, denominata 1° ROC (Regional Operation Center), era situata per la sua quasi totalità in un bunker scavato all’interno del monte e veniva utilizzata per il controllo di tutto il traffico aereo dell’Italia centrale e settentrionale, rimanendo, fin da subito dopo la sua costruzione, sotto il comando dell’Aeronautica militare;



un’inchiesta aperta dalla procura militare nel 2002 ha portato alla luce la grave e pesante esposizione al gas tossico del radon a cui erano costantemente esposti i militari che, su turni di 8 ore, occupavano il bunker. Il processo, conclusosi nel mese di novembre 2017, ha visto la condanna degli allora vertici militari per le morti di alcuni ex militari;

dalla chiusura dell’ex base ad oggi, il sito esterno, un tempo impiegato dai militari, è rimasto in stato di completo abbandono ed incuria presentando ancora emissioni di gas radon dal sottosuolo, costituendo una vera ferita paesaggistica e ambientale in uno dei luoghi più suggestivi e frequentati del Parco –:

quali iniziative i Ministri interrogati intendano assumere, per quanto di competenza, per la bonifica dell’area descritta in premessa, nonché per la messa in sicurezza e la riqualificazione ambientale e paesaggistica della stessa;

quale protocollo per i controlli sanitari si intenda seguire, per quanto di competenza, nei confronti di coloro che erano di stanza nel suddetto sito militare.
(4-18840)




Loading…

Loading…

loading…


Condivisione

Lascia un commento