Sigonella, gli Usa lo licenziano ma lui non si arrende: pignorati i gioielli della base militare

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

CATANIA – Una battaglia legale che dura da più di quindici anni e somiglia sempre di più alla lotta fra Davide e Golia. Da un lato il governo americano, dall’altro il vetrinista siciliano Carmelo Cocuzza, licenziato dalla base della marina militare statunitense di Sigonella in provincia di Catania.

Dopo il licenziamento avvenuto nel 2000 l’ex dipendente fa causa all’Amministrazione americana e la vince: licenziato ingiustamente. Ma gli americani rifiutano di reintegrarlo alla base e resistono a ogni tentativo da parte di Cocuzza di essere risarcito come da sentenza.

Condivisione

Lascia un commento