Tutti gli articoli

Esercito elvetico, granatieri sparano per errore contro una casa

Mentre si discute della scomparsa di diversi chilogrammi di esplosivo dalla scuola reclute di Aarau, l’edizione svizzero tedesca di 20 Minuten rivela oggi un altro episodio simile, che avrebbe potuto avere conseguenze devastanti.

Durante un recente controllo del materiale nella piazza d’armi di Thun, è emerso che mancavano cinque proiettili di una mitragliatrice. E dov’erano quei proiettili? Erano stati sparati per erroredalla mitragliatrice MG 51 installata su un panzer contro una casa situata a due chilometri di distanza dalla piazza d’armi.

L’episodio è avvenuto alle 17.30 dello scorso 30 agosto, quando fortunatamente la casa era vuota. Uno dei proiettili ha bucato un muro dell’edificio, ma non si sono registrati né morti né feriti.

Un portavoce dell’Esercito ha confermato l’accaduto ed ha spiegato che la giustizia militare sta indagando su tre reclute, che verosimilmente hanno compiuto un errore di manipolazione, inserendo i proiettili veri anziché quelli di plastica.

Mentre si discute della scomparsa di diversi chilogrammi di esplosivo dalla scuola reclute di Aarau, l’edizione svizzero tedesca di 20 Minuten rivela oggi un altro episodio simile, che avrebbe potuto avere conseguenze devastanti.

Durante un recente controllo del materiale nella piazza d’armi di Thun, è emerso che mancavano cinque proiettili di una mitragliatrice. E dov’erano quei proiettili? Erano stati sparati per erroredalla mitragliatrice MG 51 installata su un panzer contro una casa situata a due chilometri di distanza dalla piazza d’armi.

L’episodio è avvenuto alle 17.30 dello scorso 30 agosto, quando fortunatamente la casa era vuota. Uno dei proiettili ha bucato un muro dell’edificio, ma non si sono registrati né morti né feriti.

Un portavoce dell’Esercito ha confermato l’accaduto ed ha spiegato che la giustizia militare sta indagando su tre reclute, che verosimilmente hanno compiuto un errore di manipolazione, inserendo i proiettili veri anziché quelli di plastica.

Condivisione

Lascia un commento