Tutti gli articoli

Sergente italiano ferito da proiettile a Mogadiscio

Un sergente della Brigata Sassari impiegato in Somalia nell’ ambito della missione dell’Unione Europea , è sato colpito al torace da un proiettile. Non sono ancora chiare le dinamiche dell’accaduto. Tra le prime testimonianze, pare che il proiettile sia stato esploso dai manifestanti che stavano festeggiando l’elezione del nuovo presidente della Somalia Mohamad Abdullahi Farmajo.

Il sergente  ha subito un delicato intervento chirurgico ma non sarebbe in pericolo di vita.

Immediata la solidarietà del gruppo parlamentare del M5S IV Commissione Difesa, dal quale si è appresa la notizia.

Di seguito il comunicato stampa:

 Difesa, Movimento 5 Stelle: “Piena solidarietà al sergente italiano ferito a Mogadiscio”

Roma – “Massima solidarietà al sergente italiano della Brigata Sassari ferito questa sera a Mogadiscio, in Somalia, probabilmente da un colpo accidentale di arma da fuoco. In attesa di maggiori dettagli su quanto accaduto, noi componenti del Gruppo “Movimento 5 Stelle” presso la Commissione Difesa della Camera dei Deputati ci stringiamo in un forte abbraccio a questo giovane concittadino che ha rischiato la vita prestando servizio in un territorio così difficile, formulando al contempo gli auguri di una pronta guarigione”.

E’ quanto affermano i deputati componenti del Movimento 5 Stelle presso la Commissione Difesa della Camera dei Deputati Frusone, Basilio, Corda, Rizzo e Tofalo, commentando la notizia del ferimento di un soldato italiano della Brigata Sassari a Mogadiscio, in Somalia, avvenuto questa sera probabilmente a causa di un proiettile vagante nel corso di una manifestazione in città.

Roma, 8 febbraio 2017

FONTE

 

Condivisione

Lascia un commento