SEMPRE PIÙ SOLDI ALLE MISSIONI MILITARI, SEMPRE MENO ALLA COOPERAZIONE

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting
I ministri Roberta Pinotti e Paolo Gentiloni. In copertina: pattugliamento di soldati italiani in una missione all’estero.

Un miliardo e 200 milioni di euro: questa è la cifra che il Governo intende destinare nel 2016 alle missioni militari all’estero (in linea con lo scorso anno), a fronte di solo 90 milioni (in calo di 16) per la cooperazione civile nelle stesse aree. Queste, in sintesi, le cifre contenute nel decreto legge presentato in questi giorni al Parlamento, sul quale sono stati sentiti i ministri Roberta Pinotti e Paolo Gentiloni nelle Commissioni competenti riunite di Camera e Senato.

Rete Disarmo rinnova ‒ come già in passato ‒ la critica all’impianto generale del provvedimento che inserisce nello stesso decreto legge (da votare o respingere in toto, quindi) «missioni», dice, «di natura e portata completamente differente. Sarebbe invece più opportuno procedere con una suddivisione (almeno per tipologia ed area) al fine di permettere ai parlamentari di effettuare scelte ponderate e più sensate.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento