Sap, poliziotto all’11° giorno di sciopero della fame “VIDEO”

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Undicesimo giorno di sciopero della fame per Gianni Tonelli, segretario generale del sindacato di polizia Sap, determinato più che mai con questa clamorosa protesta a denunciare il Governo, il Viminale e il dipartimento della pubblica sicurezza colpevoli, a suo dire, di aver depauperato il sistema della sicurezza attraverso i tagli e di nascondere la verità sulla situazione dei mezzi, delle strutture e degli organici delle forze dell’ordine, colpendo chi – come i sindacalisti del Sap – porta alla luce problemi e criticità.

https://youtu.be/v4SDVyYATOc

Il suo sciopero è iniziato il 21 gennaio a Montecitorio subito dopo una vivace conferenza stampa dove lei ha attaccato direttamente il capo della polizia e il questore di Roma.
“Da due anni conduciamo come Sap una battaglia per denunciare i tagli e le criticità del sistema sicurezza, per dire che operiamo con giubbotti antiproiettile scaduti e con caschi marci, che utilizziamo armi che hanno 40 di vita e che soprattutto non facciamo formazione adeguata. Anzi, ancora peggio. Vogliono ‘spacciare’ per formazione corsi ‘antiterrorismo di 2 o 3 settimane assolutamente inutili. Questi costanti attacchi hanno determinato la reazione del palazzo contro alcuni nostri rappresentanti sindacali”.

Un dirigente del Sap di Roma è accusato di aver portato in tv equipaggiamento scaduto e non più in uso.
“Questa è la pietra dello scandalo e per tale motivo, come ho dimostrato e certificato nella conferenza stampa di Montecitorio, ho denunciato in procura il prefetto Pansa, il questore della capitale e altri. Purtroppo l’equipaggiamento mostrato in tv dal mio collega è assolutamente in uso e lo abbiamo documentato con video, atti e carte incontrovertibili. Adesso mi aspetto giustizia”.  AGENPARL

Condivisione

Lascia un commento