S.I.A.M. “Sindacato Aeronautica Militare: su vicenda allieva pilota massima fiducia nel lavoro delle istituzioni

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il S.I.A.M. “Sindacato Aeronautica Militare” rilascia un comunicato stampa sul caso dell’ espulsione dell’allieva pilota avvenuta lo scorso settembre 2018



Dopo l’ormai nota vicenda dell’allieva pilota espulsa dall’ Accademia Militare , il costituendo sindacato dell’ Aeronautica  Militare “S.I.A.M.” ha commentato l’episodio con un comunicato stampa.

Nelle ore successive alla pubblicazione ed alla diffusione della notizia , sia l’Aeronautica Militare che il  Ministro della Difesa Elisabetta Trenta avevano espresso il loro parere, ora arriva anche il comunicato del S.I.A.M., probabilmente il primo di questo genere.

Vi proponiamo di seguito i tre comunicati stampa:

 

 

In merito alle notizie diffuse dalla stampa, per i fatti accaduti ad un allieva dell’Accademia Aeronautica, riponiano la massima fiducia nel Ministro, nei vertici della Difesa e nella Magistratura, certi che sapranno fare la massima chiarezza su questa delicata vicenda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

https://www.agenzianova.com/a/5c0144ab4d9617.42782840/2203769/2018-11-30/speciale-difesa-ministro-trenta-nel-decreto-sicurezza-il-riordino-dei-ruoli

fonte (ANSA) “È un fatto gravissimo, che sto seguendo con attenzione. C’e una indagine in corso e chi deve pagare, pagherà”.



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In merito al “presunto atto di nonnismo riportato su un articolo di stampa”, lo stato maggiore dell’Aeronautica sottolinea in una nota che la forza armata “tutela il proprio personale e non ammette comportamenti in qualunque modo correlabili al fenomeno del nonnismo, che – al contrario – condanna e persegue con fermezza”. Quanto alla vicenda dell’ex allieva ufficiale pilota di complemento “che ha lamentato tale deprecabile fenomeno e sostiene di essere stata espulsa dalla Forza Armata a seguito di comportamenti e provvedimenti disciplinari vessatori nei suoi confronti”, si precisa che “la vicenda era già nota, tanto che la Forza Armata, in data 5 ottobre 2018, ha denunciato il fatto all’Autorità Giudiziaria competente, disponendo contestualmente l’esecuzione di un’inchiesta sommaria, come previsto dalla vigente normativa di settore”.





Il caso è in mano alla Procura Militare che dovrà valutare molto attentamente le dinamiche di quanto occorso .

 

<div id=”SC_TBlock_512502″ class=”SC_TBlock”>loading…</div>
<script type=”text/javascript”>
(sc_adv_out = window.sc_adv_out || []).push({
id : “512502”,
domain : “n.ads1-adnow.com”
});
</script>
<script type=”text/javascript” src=”//st-n.ads1-adnow.com/js/adv_out.js”></script>

Condivisione

Lascia un commento