Tutti gli articoli

RIZZO (M5S)“ PARLAMENTO CENTRALE PER OGNI DECISIONE”

Dopo le notizie diffuse dai media, arriva il comunicato stampa del Presidente della Commissione difesa alla Camera dei deputati, Gianluca Rizzo che rinvia tutto alla decisione del Parlamento Italiano


“Una tempesta in un bicchier d’acqua” – così il Presidente della Commissione difesa Gianluca Rizzo definisce la polemica scoppiata in queste ore sull’annuncio del ritiro entro un anno del nostro contingente militare in Afghanistan.

“Già nell’audizioni fatte dalla Ministro Trenta in Parlamento nei mesi scorsi – precisa Rizzo – era indicata una volontà di ridimensionare la nostra missione, che dura ormai da troppi anni, in quel contesto.

Alla luce dell’accordo tra il governo Usa e i Talebani – accordo di cui è utile aspettare i contorni ed i contenuti – è arrivata proprio ieri l’intenzione dell’amministrazione Trump di ritirare le truppe dall’Afghanistan. Mi pare che dovremo concentrarci più che sulle polemiche sull’evoluzione di questo nuovo scenario.”

Per Rizzo “ è il Parlamento la sede adatta per confrontarsi ed assumere collegialmente le decisioni più appropriate. Con la nuova legge Quadro sulle missioni internazionali è assolutamente chiaro che il Governo le propone e che il Parlamento le autorizza o le respinge. La missione in Afghanistan è stata autorizzata dal Parlamento e sarà il Parlamento che ne sancirà eventualmente la fine.”


“Da Presidente della Commissione difesa – prosegue Rizzo – posso garantire che il Parlamento non sarà esautorato da questa scelta ma anzi ne sarà protagonista in un senso o nell’altro. Attendiamo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per le missioni internazionali per il 2019 e immagino che il ritardo nella presentazione sia dovuto proprio all’incedere di nuovi fatti che hanno rilevanza sulle missioni stesse. “

“Ai nostri militari – conclude Rizzo – non è mai venuto meno l’appoggio del Governo e del Parlamento. Le missioni internazionali hanno l’obiettivo di ricostruire condizioni per cui questi Paesi possono camminare in sicurezza sulle proprie gambe. Se questo momento è finalmente arrivato per l’Afghanistan ne saremo felici ma lo valuteremo tutti insieme.”


loading…


Condivisione

Lascia un commento