Ristoratrice a processo per aver morso un finanziere: i clienti la ‘assolvono’

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Il giudice ha già anticipato che, prima di dichiarare chiusa l’istruttoria, molto probabilmente chiederà un confronto in Aula tra le parti al fine di avere la possibilità di maturare più serenamente una decisione, dopo aver ascoltato più versioni assolutamente discordanti dell’episodio oggetto del procedimento.

Antonella Ornago, titolare del ristorante Tartaruga di Novate e il finanziare che la stessa avrebbe addirittura morso – stando al quadro accusatorio – durante un controllo fiscale promosso presso il pubblico esercizio nella tarda mattinata del 18 maggio 2015, avranno così la possibilità di ripercorrere nuovamente l’accaduto, mettendo in fila passaggi che, al momento, appaiono ancora confusi.

La donna, classe 1982, al cospetto del got Guido Lomacci si trova a rispondere di una serie di reati che vanno dalla resistenza all’oltraggio a pubblico ufficiale nonché di lesioni personali, per aver dato in escandescenze – a detta delle divise – nel momento in cui due finanzieri le avrebbero elevato un verbale, contestandole uno scontrino a loro giudizio “difforme” rispetto alle dichiarazioni rilasciate da un operaio fermato appena varcato l’uscio della trattoria e risultato sprovvisto del tagliandino fiscale.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento