Tutti gli articoli

RIORDINO. NODO “80 EURO” PER TUTTI O TRANSITORIE PARTICOLARI PER TALUNI. ULTIME ORE DI TRATTATIVA, GIOVEDI’ IL TESTO IN CDM

. di Gianluca Taccalozzi

RIORDINO. NODO “80 EURO” PER TUTTI O TRANSITORIE PARTICOLARI PER TALUNI. ULTIME ORE DI TRATTATIVA, GIOVEDI’ IL TESTO IN CDM. di Gianluca Taccalozzi

Finalmente ci siamo! Il prossimo giovedì 23 febbraio lo schema di decreto relativo al riordino delle carriere, unitamente al nuovo Testo Unico sul pubblico Impiego, sarà portato in Consiglio dei Ministri.

In queste ore si sta lavorando a ritmi serrati per risolvere l’ultimo fondamentale nodo: mantenere gli “80 euro” oppure finanziare norme transitorie “ad hoc” dedicate solo ad alcune figure. Le due cose sono “alternative”, atteso che non ci sono le risorse per garantire tutto.

Il progetto di riordino elaborato a novembre senza i 480 milioni di euro del bonus, infatti, aveva un fabbisogno finanziario di circa 600 milioni (420/450 milioni sugli incrementi parametrali e 150/180 milioni sulle carriere e sul superamento della c.d. omogeneizzazione) e non prevedeva alcuna norma transitoria di favore, ma solo un transitorio “tecnico” per gli avanzamento a scelta tra M.C. e M.A. e tra M.A e Lgt.) finalizzato ad evitare scavalcamenti.

La legge di Bilancio 2017 ovvero il relativo dpcm di spacchettamento libererà:

  • per il 2017: 480 milioni di euro per prorogare il bonus e circa 200 milioni per il riordino che, sommati ai 119 milioni non spesi nel 2016 ed ai 119 milioni del 2017 appostati dalla Finanziaria 2004 ed ai risparmi Madia e Legge 244/2012, porteranno il finanziamento complessivo per il riordino a circa 500 milioni di euro;
  • dal 2018: 780 milioni di euro per il riordino (480 milioni ex bonus e 300 extra riordino) che sommati ai 119 milioni di euro della finanziaria 2004 ed ai risparmi Madia e Legge 244/2012, porteranno il finanziamento complessivo a 977 milioni di euro.
  • Legi tutto, clicca

    QUI

Condivisione

Lascia un commento