Riordino delle carriere: momento decisivo (Ci vogliamo credere?)

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Riusciranno i nostri eroi a combinare qualcosa di costruttivo? A cosa andremo incontro? Non ci resta che attendere….L’articolo appena pubblicato da AGENPARL desta positività….

(AGENPARL) – Roma, 20 maggio 2016 – La riforma dei ruoli e delle qualifiche delle Forze dell’Ordine, prevista dal Ddl di riforma della pubblica amministrazione, pare ormai essere in dirittura d’arrivo. Si tratta di una riforma molto attesa dal personale in divisa e con la quale il Governo punta a rendere maggiormente efficiente il sistema, semplificando la selva di ruoli, qualifiche, incarichi e attribuzioni che caratterizza i circa 500.000 operatori delle forze dell’ordine, delle forze armate e del vigili del fuoco.

Spazio al merito, in primo luogo. Dai ruoli base – ad esempio, agente scelto di polizia o appuntato dei carabinieri – si potrà accedere alle qualifiche superiori attraverso selezioni che tengano conto dello “stato di servizio”. Si prevede di creare, nei rispettivi ruoli, delle figure che possano svolgere mansioni superiori, il tutto retribuito con un assegno di responsabilità.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento