Tutti gli articoli

RIORDINO DELLE CARRIERE – IL COCER MARINA FA CHIAREZZA

La Legge 7 agosto 2015, n. 124,  cd. “riforma Madia”, fornisce alle Forze di Polizia (FP) delega in materia di riordino degli ordinamenti e dei ruoli.

La citata legge delega è strettamente correlata alla soppressione del Corpo Forestale dello Stato (CFS) e al conseguente assorbimento degli organici da parte degli altri Corpi di Polizia (in particolare l’Arma CC).

Per trovare soluzioni condivise, fra le Forze di Polizia interessate ad accogliere il personale del CFS, presso il Ministero dell’Interno sono stati avviati:

– un tavolo tecnico per l’assorbimento degli organici del CFS da parte delle altre F.P.

– un tavolo tecnico per il riordino delle carriere e dei ruoli del personale delle F.P.

 I lavori dei tavoli tecnici stanno procedendo in linea con i termini previsti dalla legge “Madia” (continueranno fino ad agosto 2016). Ai tavoli tecnici la Difesa ha partecipato come “uditore”.

 Il 19 gennaio scorso, il Governo, accogliendo due ordini del giorno, si impegnava ad assicurare in via normativa il rispetto della sostanziale equi ordinazione, così il decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185, viene convertito definitivamente in legge. Quindi si garantirà il principio dell’equi ordinazione tra le Forze Armate e le Forze di Polizia evitando, così, disallineamenti fra gli ordinamenti del personale delle F.A./F.P. che avrebbero potuto in futuro generare una spaccatura del Comparto Difesa e Sicurezza con possibili ricorsi per il riallineamento del personale proveniente da amministrazioni diverse.

 In questi giorni abbiamo appreso dalla rete, o ricevuto via e-mail, di un progetto di riordino delle carriere che nel linguaggio “argonautico” è da considerare un “ Fake”  in quanto la Difesa non ha ufficializzato o diramato nessun documento.

Il progetto di riordino delle carriere necessita di un confronto serio tra amministrazione e rappresentanza e non può essere liquidato con un documento di due pagine che appare sulla rete.

 Ad oggi si conoscono solo gli obbiettivi di un riordino che vertono in sintesi verso:–   La Rivisitazione dei Ruoli di Base (Assistenti e Sovraintendenti)

–   Valorizzazione del Ruolo Ispettori.

–   Istituzione di un ruolo Direttivo.

   (subordinato al Ruolo Dirigenziale e senza accesso alla dirigenza)

– Valorizzazione dei Funzionari.

Ad oggi non sono stati ancora attivati i tavoli tecnici che coinvolgono il Cocer. Attualmente siamo in attesa del primo incontro con lo Stato Maggiore Difesa.

 FIRMATO COCER MARINA

Condivisione

Lascia un commento