Rifiuti militari americani in viaggio per l’Italia – Carico sotto sequestro a Venezia

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting





NSM è anche su TELEGRAM. Per saperne di più clicca QUI

I vigili urbani di Mira ( VE) in un banale controllo della circolazione , hanno fermato un Tir con 150 fusti pieni di materiale di ignota origine,  privi di bolla di accompagnamento.

Soltanto dopo le accurate indagini della Procura di Venezia , si è riusciti a risalire alla proprietà di quei rifiuti… provengono tutti da una base americana che ha sede in Virginia. Pare che il carico sospetto abbia attraversato l’oceano sulla nave USS Porter , sempre appartenente alla Marina degli Stati Uniti.

Da quanto riporta “polesine24.it, il carico privo di documentazione è riuscito a percorrere tutta l’Italia, partendo dalla Sicilia, fino ad arrivare nel veneziano. Non è ancora chiaro cosa contengano quei 150 fusti, al punto che è stato richiesto l’intervento del  nucleo Nbcr ( nucleare, biologico, chimico) dei vigili del fuoco, che per fortuna non ha rilevato nulla di anomalo.



Si è scoperto in seguito che il carico era diretto  al Centro Risorse di Motta di Livenza, azienda specializzata nello stoccaggio e smaltimento dei rifiuti industriali. Da quanto afferma l’amministratore delegato del centro risorse, Giuseppe Carraro, nei bidoni ci sarebbero resine, vernici e liquidi chimici tutti provenienti dalla base militare americana.

Ritirata la patente e multa di 3000,00 euro al   siciliano alla guida del tir . Malgrado siano stati esclusi rifiuti di tipo radioattivo, gli inquirenti stanno continuando gli accertamenti al fine di comprendere cosa effettivamente sia contenuto nei fusti.



Condivisione

Lascia un commento