Tutti gli articoli

Per il giudice volevano uccidere il finanziere,restano in carcere

RENTO. Restano in carcere Omar Dafher e Aleedine Manai, i due ragazzi che hanno massacrato di botte il finanziere Mario Aiello nel parcheggio del Ciolda. Il giudice Marco La Ganga ieri ha sciolto la riserva e disposto la misura cautelare per i due. Intanto dall’ospedale arrivano buone notizie per il finanziere che è ancora ricoverato in rianimazione, ma è fuori pericolo di vita ed è in condizioni stabili.

Nelle motivazioni del provvedimento che applica la misura cautelare del carcere per i due ragazzi, il giudice La Ganga osserva che ci sono gravi indizi di responsabilità emersi sia dalle indagini che dai referti medici. Il giudice osserva che nel comportamento dei due si osserva una chiara volontà omicida o, comunque, l’accettazione del rischio che l’aggredito morisse. Infatti Aiello è stato colpito prima con un violento calcio alla faccia che lo ha fatto cadere a terra, poi, una volta rialzatosi è stato colpito nuovamente con un calcio in faccia che lo ha fatto cadere di nuovo.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento