Tutti gli articoli

Putin minaccia l’India “Riportate i marò in Italia”

di Ermes Maiolica

Amicizia e complicità sempre più ufficiale tra Italia e Russia, così Renzi ha deciso di chiedere l’aiuto a Vladimir Putin che prontamente ha dichiarato “L’Italia è un paese pronto a proteggere i propri cittadini e che intende continuare a battersi con determinazione per la liberazione dei due marò”. Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella interviene in quello che è l’ultimo braccio di ferro sul futuro dei nostri marò.             Vladimir Putin “l’India dovrà restituire i marò all’Italia oppure dovrà vedersela con me”, così ha annunciato il presidente russo dopo che Nuova Delhi ha deciso di dare battaglia nell’udienza del 18 dicembre

al Tribunale internazionale del diritto del mare (Itlos) di Amburgo, quando sarà esaminata la richiesta italiana di misure cautelari a favore diMassimiliano Latorre e Salvatore Girone, la politica italiana (e in particolar modo il governo) ha avuto un sussulto e si è schierata al fianco dei due fucilieri di Marina accusati di aver ucciso due pescatori keralesi nel febbraio 2012 mentre erano in servizio antipirateria a bordo della petroliera Enrica Lexie.

“Confermo l’impegno del governo a difendere le loro ragioni nelle sedi internazionali che abbiamo deciso di attivare”. Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni (a parole) sembra determinato a tener testa all’India. Nella seduta che durerà due giorni Nuova Delhi contesterà, infatti, la competenza del tribunale ad occuparsi del caso, si opporrà alle misure cautelari (il rientro di Girone in Italia, la permanenza di Latorre in patria) e rivendicherà la sua giurisdizione sulla vicenda. “L’Italia farà valere con determinazione le sue ragioni nell’intento di addivenire ad una soluzione positiva della vicenda”, fa sapere il capo della Farnesina ricordando che la procedura arbitrale avviata dall’Italia ai sensi della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare è vincolante per l’India, che ha già comunicato la nomina del proprio arbitro nei termini e nei tempi previsti. A difendere le ragioni dell’Italia nell’udienza di Amburgo sarà l’equipe giuridica anglo-italiana guidata da sir Daniel Bethlehem e sir Michael Wood, entrambi in passato consiglieri giuridici del Foreign Office britannico e massimi esperti di diritto internazionale marittimo.

leggi tutto

https://rainews24italia.wordpress.com/2015/11/20/putin-minaccia-lindia-riportate-i-maro-in-italia/

Condivisione

Lascia un commento