Tutti gli articoli

PUGLIA: SEDE DI DUE BASI PER CACCIABOMBARDIERI NUCLEARI ITALIANI

di Gianni Lannes

«Il primo F35 potrebbe arrivare alla base Amendola, sede del 32esimo Stormo dell’Aeronautica militare, già il prossimo anno»parole del generale Maurizio Lodovisi, comandante della Squadra Aerea pronunciate pubblicamente il 16 luglio 2015. Detto e fatto, inclusa una commessa all’Alenia per 20 anni.

Al peggio non sembra esserci fine per il Sud Italia. Così hanno stabilito a Washington. Le province di Foggia e Taranto ospiteranno ben due depositi militari di ordigni nucleari modello b 61, versione 12? Comunque, le bombe saranno caricate nell’evenienza sugli F-35. E il governatore Emiliano del piddì tace.

Questo velivolo, secondo un rapporto del Pentagono è “fragile e inaffidabile”. Addirittura l’F-35 esplode con i fulmini. Insomma, è un costosissimo bidone volante rifilato all’Italia. Inoltre, potrebbe essere facilmente abbattuto da qualsiasi caccia della penultima e terz’ultima generazione. Eppure grazie all’intervento di Giorgio Napolitanol’esplosivo affare bellico è in dirittura d’arrivo. Ma la guerra non è per caso vietata dall’articolo 11 della Costituzione repubblicana?

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento