Presunti pestaggi in caserma- Conivolti quattro comandi

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

AULLA. Il primo episodio poco chiaro che la procura contesta ai carabinieri coinvolti nell’indagine sui presunti soprusi patiti da persone fermate e poi portate in caserma per essere picchiate risale alla fine del 2015.

L’ultimo alla fine del 2016. Nell’arco di tempo di un anno – secondo l’accusa – i carabinieri delle caserme di Aulla, comandata dal maresciallo Andrea Tellini, Pontremoli, Licciana e Albiano Magra hanno pestato extracomunitari, violentato almeno una prostituta e fatto violenza privata su persone da identificare.

Non solo: hanno falsificato i verbali degli interventi finiti nel mirino degli inquirenti. Insomma, un vero e proprio sistema Lunigiana. Anche se gli inquirenti non contestano l’associazione a delinquere e quindi ipotizzano episodi slegati tra di loro. In tutto gli indagati però sono più di venti.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento