Tutti gli articoli

Pompiere morto dopo il rogo, scagionato il caposquadra

Macerata, 26 maggio 2016 – Il tribunale ha archiviato le accuse contro Fabio Corona, il caposquadra dei vigili del fuoco, che il 18 giugno 2014 coordinò le operazioni di spegnimento dell’incendio al mobilificio «Gfl» di Recanati, nel quale rimase gravemente ferito il pompiere Roberto Torregiani, deceduto poi lo scorso gennaio. Quella mattina, i vigili del fuoco di Macerata intervennero d’urgenza per spegnere il fuoco divampato in un silo pieno di segatura.

Dopo due ore, quando ormai le fiamme sembravano domate, due vigili vennero fatti salire sulla piattaforma, per controllare dall’alto la situazione. Ma all’improvviso ci fu un’esplosione che buttò a terra i vigili che erano sulla piattaforma.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento