Tutti gli articoli

Polizia, arrivano i tagli Ma dopo il referendum

Tagli alla sicurezza sì, ma dopo il referendum. La riunione indetta dal Dipartimento della Pubblica sicurezza per parlare della chiusura di oltre 260 uffici della Polizia di Stato è stata infatti rinviata a martedì 6 dicembre. Inizialmente in calendario lo scorso 16 novembre, è slittata in modo sospetto a due giorni dopo la chiamata alle urne.

«È evidente l’input negativo del governo per evitare ricadute infauste in campagna elettorale su materie sensibili come quella dei tagli alla sicurezza – spiega Gianni Tonelli, segretario del Sap -. Guarda caso l’incontro è stato rimandato a due giorni dopo la consultazione referendaria».

Il primo progetto, oramai in fase esecutiva e inviato a prefetti e questori per un parere di ratifica, prevedeva inizialmente la chiusura di 267 uffici, le specialità della Polizia.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento