Personale inviato in missione senza anticipo sul foglio di viaggio “Il monito del SIAM”

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Dall’articolo pubblicato questa mattina nel portale del SIAM “Sindacato Aeronautica Militare”, sembrerebbe che nell’Arma azzurra alcuni reparti inviino il proprio personale in missione, senza corrispondergli il dovuto anticipo delle spese del viaggio.

Un problema da non sottovalutare, specie in considerazione dei costi che il personale è costretto a sostenere per poter raggiungere determinati luoghi di missione. Il problema, tra l’altro, deriverebbe dalla centralizzazione dei fondi utilizzati per questo genere di attività imposta dal MEF. Un’ azione scellerata che avrebbe ridotto notevolmente il “fondo scorte” in gestione alla Forza Armata, impedendogli di riuscire ad ottemperare in maniera regolare a questo tipo di esigenze.



Inoltre, sostiene il SIAM, l’articolo 11, comma 8 del DPR 52/2009 impone all’amministrazione l’obbligo di corrispondere al personale il giusto anticipo sulle spese di missione. Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa del Sindacato dell’ Aeronautica:

Anticipi sulle missioni: il SIAM chiede il rispetto della legge e diffida un reparto dell’Aeronautica al rispetto delle norme sul trattamento economico di missione, con particolare riferimento agli anticipi per le missioni.

Infatti alcuni reparti AM da qualche tempo, in maniera del tutto arbitraria e contraria alle normative di settore, hanno smesso di elargire l’anticipo per chi deve svolgere una missione. È bene ricordare che l’articolo 11, comma 8 del DPR 52/2009 impone all’amministrazione l’obbligo di corrispondere al personale il giusto anticipo sulle spese di missione.

Il SIAM vigilerà sull’uniformità dell’applicazione delle norme in tutti i reparti ed interverrà ogni qualvolta si renda necessario. Vi invitiamo ad iscrivervi dal link su www.sindacatoam.it e segnalare ogni situazione dubbia e casi particolari.




Loading…


Loading…

Loading…

 

Condivisione

Lascia un commento