Una pattuglia dell’Esercito interviene a Roma “Termini” per bloccare un uomo.

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

​​Una pattuglia del Reggimento “Savoia Cavalleria” (3°), effettiva al Raggruppamento “Lazio, Umbria e Abruzzo”, a guida Brigata “Granatieri di Sardegna”, nei giorni scorsi, ha bloccato un individuo, in evidente stato di alterazione, che stava seriamente danneggiando una delle videocamere di sorveglianza.

​​I soldati, richiamati dalle urla di alcuni pendolari, sono immediatamente intervenuti per immobilizzare un uomo, che, dopo aver danneggiato una videocamera, si era scagliato contro il personale dell’Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma (ATAC) che gli intimava di fermarsi.

Durante le fasi concitate, l’aggressore, un cittadino italiano, ha cercato di aggredire anche la pattuglia senza però riuscire nell’intento grazie alla pronta reazione dei “Cavalieri” che sono riusciti a fermare l’esagitato.

Il soggetto è stato consegnato alle Forze dell’Ordine che hanno provveduto alle incombenze di rito.

Il Raggruppamento “Lazio, Umbria e Abruzzo”, oltre 2.200 militari su due Task Force (“Strade Sicure” e “Giubileo”), garantisce il presidio di obiettivi “sensibili” nonché il servizio di vigilanza congiunto con le Forze di Polizia nel territorio della Capitale, nella Regione Lazio e nelle vicine Regioni di Umbria e Abruzzo.​

FONTE
Condivisione

Lascia un commento