Tutti gli articoli

Parigi, un italiano su due contrario a interventi militari contro l’Is

La rilevazione di Demopolis. Dopo le stragi di venerdì 13 l’opinione pubblica italiana è preoccupata dall’eventualità di attacchi nel nostro Paese e si dice pronta a modificare le proprie abitudini di vita. La contrarietà alla partecipazione a un intervento militare raggiunge il 57%, con significative differenze in base alla collocazione politica degli intervistati

Parigi, un italiano su due contrario a interventi militari contro l'Is
Controlli antiterrorismo in Vaticano

A quattro giorni dagli attentati di venerdì sera a Parigi, rivendicati dall’Isis, l’Istituto Demopolis ha analizzato le reazioni dell’opinione pubblica italiana su quanto accaduto nella capitale francese. Appena un quarto degli intervistati afferma di non temere un attacco nel nostro Paese; il 47% degli italiani si dichiara preoccupato, pur ritenendo improbabile che possa accadere nel luogo in cui vive. Il 18% esprime invece il timore di un attentato nella propria città: una percentuale, quest’ultima, che cresce significativamente nelle aree metropolitane e raggiunge il 48% a Roma, 30 punti sopra la media nazionale.

leggi tutto:
Condivisione

Lascia un commento