Parà vive con 1.100 euro al mese con moglie e figli a carico – Al via una bella iniziativa

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting





Il caporal maggiore Walter Cecchettin vive con soli 1.100€ al mese con moglie e figli a carico,  fu inviato in missione in Iraq durante la Guerra del Golfo, dove rimase contaminato dalle micidiali polveri sottili da uranio impoverito.

Nella zone in cui il parà operò come autista del Battaglione Logistico Paracadusti “Folgore”,  furono rilasciate 286 tonnellate di uranio impoverito. Cecchettin  al rientro dalla missione O.F.C.N. , nel lontano1991, fu sottoposto a dei controlli  a causa di  un’inappetenza e stanchezza persistenti. All’Ospedale Militare di Firenze gli fu  riscontrato il linfoma non Hodgkin ad alto grado di malignità.

Da quel momento,oltre a lottare per la propria vita,  il militare iniziò la sua battaglia giuridica con le istituzioni. Gli fu rigettata l’ istanza di pensione privilegiata ordinaria per l’infermità già riconosciuta, dipendente da causa di servizio ,  perché a detta della commissione, l’istanza fu  presentata ben oltre i 5 anni dalla data di congedo.

Lo  scorso anno fu audito dalla Commissione d’inchiesta per l’utilizzo dell’uranio impoverito ed il suo intervento fu uno dei più duri:Io mi sono ammalato subito, nel ’92. Adesso siamo nel 2017 e non ho mai avuto né un appoggio né un sostegno di nessun tipo dalle nostre istituzioni, e quello che dà molto fastidio, perché io sono partito che ero sano, infatti ho servito nella brigata paracadutisti «Folgore», dove veniamo più o meno selezionati, e son tornato dopo pochi mesi con questo linfoma. Ultimamente, il mio cuore non ha più retto alle chemioterapie, dunque ho la parte sinistra del cuore che produce il 23 per cento di funzionalità cardiaca. Mi è stato impiantato un defibrillatore, un pacemaker, per aiutarmi. Questa è la parte della malattia. Continua ↓



NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

Oggi a sostegno di Cecchettin, si muove un’ associazione , la Esse Quam Videri . La notizia è stata  riportata dal  giornale di Como :

l’ iniziativa si svolgerà all’interno della manifestazione “Cacciainsieme” proprio a sostegno del Caporale maggiore Paracadutista della Brigata Folgore Walter Cecchettin.

“E’ stato realizzato un braccialetto personalizzato: una volta ritirato ognuno è libero, secondo le proprie possibilità, di contribuire con una donazione a favore del nostro soldato e la contabilizzazione sarà resa pubblica e aperta ad ogni chiarimento o controllo – spiegano dall’associazione Esse Quam Videri che si sta occupando dell’iniziativa – Il braccialetto si potrà ritirare durante la tre giorni di Cacciainsieme a Valbrona, presso l’area ricreativa comunale”.

Per donare

Per chi volesse invece donare un contributo per le spese mediche del soldato in congedo, è possibile farlo al Conto corrente IT24 T033 5967 6845 1070 0277 700 intestato a Ass. CC Par. Esse Quam Videri. Per la causale: Spese mediche e legali per il C.le magg. (cong.) Walter Cecchettin, Paracadutista della Brigata Folgore – Reduce della Guerra del Golfo “Desert Storm”, che sarà attivo fino al raggiungimento dell’obiettivo.



loading…


Condivisione

Lascia un commento