Tutti gli articoli

Il parà menomato dal superiore ed escluso dal concorso perché “non idoneo”.

di Luca Marco Comellini

« … In pochi secondi disteso il braccio verso il pavimento, il Sergente fece partire un colpo in direzione di mio figlio, ferendolo all’addome sinistro. …» Lo racconta con una lettera a Tiscali la madre di un giovane paracadutista ferito durante un servizio di vigilanza presso un deposito munizioni in Toscana perché ora, dopo mesi di silenzi da parte della Difesa, vuole delle risposte e con un video messaggio chiede direttamente alla Ministra Pinotti che suo figlio possa continuare la carriera militare.

Leggi la lettera e guarda la video intervista, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento