Tutti gli articoli

Offese su Facebook al maresciallo ucciso, sono decine gli indagati

Un’indagine parallela a quella sull’ omicidio del maresciallo dei carabiniere Antonio Taibi. E riguarda decine di persone, tutte quelle che hanno pubblicato post offensivi alla memoria del sottufficiale e all’onore dell’Arma a margine delle notizie lanciate sui siti dei quotidiani locali e nazionali. Sono parecchi quelli che rischiano di dover rispondere dei toni diffamatori usati nei confronti del militare, ma al momento il lavoro di identificazione è soltanto all’inizio e quindi nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati.

Leggi l’articolo completo QUI

Condivisione

Lascia un commento