Tutti gli articoli

Noipa – Come richiedere un prestito all’INPS





Malgrado l’insofferenza comune nei confronti del  portale Noipa , oggi vogliamo segnalarvi  una funzione molto semplice da eseguire, che rivaluta in parte le lacune del discusso servizio. In passato tutti i militari erano “costretti” a  richiedere un prestito direttamente al proprio Servizio  Amministrativo. Oggi questo  passaggio è stato completamente eliminato.

Qualsiasi utente che ha accesso al portale può richiedere una somma di danaro effettuando una semplice simulazione.  Al termine della simulazione del prestito, si potrà richiedere la cifra d’interesse. L’erogazione della somma di solito avviene entro  20/30 giorni , malgrado  sul  portale venga specificato che il tempo medio di durata dell’iter per l’erogazione del Piccolo Prestito è compreso tra i 45 giorni ed i 60 giorni . Di seguito vi spieghiamo i  passi  da seguire.

Una volta effettuato il log-in nel portale collegatevi al seguente link https://noipa.mef.gov.it/group/mypa/amministrato.  Comparirà un menù a tendina, selezionate la voce “piccolo prestito”.

 

Una volta messa la spunta sulla voce Piccolo Prestito  premete il tasto “AVANTI”

Verrete reindirizzati in una pagina che vi  permetterà di  compiere alcune azioni.



A questo punto vi si prospetteranno due possibilità di calcolo del Piccolo Prestito:  tramite importo o  tramite rata mensile. Come esempio vogliamo scegliere la voce “tramite importo” digitando la cifra di  10.000,00€  in 48 rate. La simulazione produrrà una rata di 226,55 al mese. Se la cifra è quella che siete disposti a pagare ,  vi basterà cliccare su “richiedi”

Attenzione però, prima di poter richiedere il prestito, dovete accertarvi di essere in possesso del “PIN“. Il Pin è stato  generato e vi è stato consegnato quando vi siete registrati per la prima volta sul portale. Nel caso in cui lo aveste perso, dovrete  richiederne uno nuovo al vostro  Servizio Amministrativo ( questa operazione potrebbe richiedere giorni) . Soltanto con il PIN potrete avviare la richiesta del prestito.

Il PIN (Personal Identification Number) è un codice numerico composto da cinque cifre, associato al profilo di ogni dipendente e indispensabile per l’utilizzo di alcuni dei servizi del Portale ai quali gli utenti NoiPA hanno accesso.Tale codice, generato e associato automaticamente all’identità digitale, individua in modo univoco ogni amministrato, garantendo in tal modo un ulteriore livello di sicurezza e di riservatezza nell’accesso alle informazioni presenti nel sistema, in conformità alle attuali normative in materia di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione poi. Per saperne di più clicca QUI
Il PIN è strettamente personale e non va ceduto a terzi.
In particolare l’utilizzo del PIN è necessario, per tutti gli amministrati che non siano in possesso della Carta Nazionale dei Servizi (CNS), per i self-service presenti nella pagina dell’area riservata quali, ad esempio, il servizio per la richiesta di piccolo prestito o per l’adesione alla previdenza complementare, oltre che per la modifica dei dati personali (indirizzo e-mail e numero di telefono).




Inoltre vogliamo rammentare che l’INPS trattiene tutti gli interessi nel momento in cui eroga la somma richiesta ( il  prestito viene erogato  tramite bonifico direttamente sul  conto  corrente). Quindi la somma che richiederete non sarà mai quella richiesta, ma mancheranno svariati euro.

Per estinguere il contratto di Piccolo Prestito è necessario rivolgersi all’INPS, che ha in carico la lavorazione della pratica, attraverso l’apposita funzionalità all’interno del portale (INPS). Tale funzionalità permetterà di richiedere l’estinzione del debito residuo.

loading…


Condivisione

Lascia un commento