Tutti gli articoli

MOSUL: COLPO DI MORTAIO A POCHI METRI DAGLI ITALIANI

Il cratere della granata di mortaio è di due, tre metri di larghezza, con un raggio di schegge che segnano l’asfalto tutt’attorno. Il Giornale pubblica la prima foto di uno degli attacchi dello Stato islamico contro la diga, che sono stati tre solo nei primi venti giorni di ottobre, alla vigilia dell’offensiva sulla «capitale» del Califfato in Iraq.

Il quarto, questa settimana, è stato un pericoloso tentativo di sfondamento via terra dei kamikaze stranieri dell’Isis. I mezzi minati sono stati respinti dai curdi e dall’esercito iracheno con il pesante appoggio aereo alleato. La foto del cratere provocato dalla granata di mortaio è stata scattata a fine agosto, ma pubblicata dal sito Congedati Folgore il 18 ottobre.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento