“Morì a causa dell’uranio impoverito”, lo Stato risarcisce militare dell’Esercito

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Risarcimento danni per un caporalmaggiore dell’Esercito Italiano originario del Salernitano morto nel 2005 all’età di 23 anni per una grave forma tumorale contratta mentre era in missione in Bosnia. Ad accordare la cifra alla famiglia del soldato Fabio Senatore è stato ilTribunale civile di Roma che, con questa sentenza, sostiene l’avvocato Angelo Fiore Tartaglia, legale dell’Osservatorio Militare, “ha riconosciuto il nesso di causalità tra l’esposizione alle polveri di uranio impoverito e la patologia tumorale”.

FONTE e resto dell’articolo QUI

Condivisione

Lascia un commento