Giovane caporale morì annegata dopo lancio col paracadute, assolto il Carabiniere

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

„E’ stato scagionato dalla pesante accusa di omicidio colposo e dalla pena di 8 mesi inflitta in secondo grado dal Tribunale di Ravenna. Per la Corte di Cassazione, infatti, Marco Basilio Schenetti non ha commesso il fatto, al contrario degli altri due coimputati, per il quale le condanne ad un anno (pena sospesa) sono state confermate anche dall’ultimo grado di giudizio.“

Morì annegata dopo lancio col paracadute, assolto il Carabiniere modenese
„Il processo affonda le sue radici in un tragico lancio paracadutistico, concluso con la morte di Giovanna Melania La Mantia, giovane caporale dell’Esercito annegata in un laghetto di cava il pomeriggio del 22 febbraio 2010 al termine del suo primo lancio sull’aeroporto civile della Spreta, a Ravenna.“

 

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento