Tutti gli articoli

A Mogadiscio un generale italiano guida la missione Ue

«Non ho avuto occasione di servirmene, ma nei nostri spostamenti in città, qui a Mogadiscio, ho visto sei Bancomat in servizio». Più di cento briefing, più di cento analisi, il particolare descritto con voce tra il compiaciuto e il sornione dal generale di brigata Maurizio Morena illustra in maniera esaustiva la situazione della capitale somala.

Nella Mogadisico in preda dal 1990, a fasi alterne, alla guerra civile; nella Mogadiscio già completamente devastata nelle sue infrastrutture, strade e servizi; nella Mogadiscio che fu della battaglia di Check-point Pasta e di Black Hawk Down, il messaggio è chiaro.

Leggi il resto dell’articolo QUI

Condivisione

Lascia un commento