Tutti gli articoli

Milleproroghe, di tutto di più Non manca «l’aiutino» ai partiti e il rinvio delle elezioni della rappresentanza Militare

Milleproroghe di nome e di fatto: Montecitorio ha approvato il testo, su cui il governo ha posto la questione di fiducia, senza modifiche aggiuntive rispetto a quelle introdotte dalle commissioni Affari costituzionali e Finanze. Il decreto di fine anno passa ora a palazzo Madama, per la seconda lettura. Ecco le principali novità:

PARTIGIANI : Si riaprono i termini, fino al 25 aprile 2016, per la presentazione delle domande volte al riconoscimento del valor militare dei partigiani, caduti della seconda Guerra Mondiale.

OMERO: Prorogato per il triennio 2016-2018 il finanziamento di 500.000 euro annui, volto a garantire il funzionamento del museo tattile statale Omero.

FORMAZIONE INSTALLATORI: Slitta al 31 dicembre 2016 l’attivazione, da parte delle Regioni e delle Province autonome, di un programma di formazione per gli installatori di impianti a fonti rinnovabili.

DISTRIBUZIONE GAS: Viene modificata la disciplina delle gare per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale.

RENDICONTI PARTITI: Si proroga al 15 giugno 2016 (per gli esercizi 2013 e 2014) il termine entro cui i rappresentanti legali, o tesorieri dei partiti, devono trasmettere alla Commissione competente il rendiconto.

ALBERGHI: Si differisce al 31 dicembre 2016 il termine per l’adeguamento alla normativa antincendio .

FUSIONE COMUNI: I comuni istituiti per fusione entro il primo gennaio 2016, sono esonerati dal rispetto degli obiettivi di finanza pubblica per gli enti territoriali, introdotti dalla legge di stabilità 2016.

COCER: È prorogato fino al 31 maggio 2017 il mandato dei componenti in carica del Consiglio centrale Interforze della rappresentanza militare, nonché dei consigli centrali, intermedi e di base dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di finanza.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento