Tutti gli articoli

Emanuela Corda (M5S) tra vaccini, poligoni militari e Co.Ce.R “Video”

Sono passati ormai alcuni anni da quando Emanuela Corda, deputata del Movimento Cinque Stelle eletta in Sardegna, ricordava maldestramente al Parlamento italiano il kamikaze di Nassiriya, dichiarazioni che nel 2013 avevano fatto infuriare tanto la destra quanto la “sinistra” italiana.

Nel frattempo l’onorevole italiana, come molti altri cittadini-portavoce, è stata al centro di diverse polemiche facendosi – per l’appunto – portatrice di posizioni politiche e riferimenti scientifici in alcuni casi imbarazzanti e molto pericolosi.

La fumettista cagliaritana venne candidata alle municipali di Cagliari nel 2011 a capo della lista M5SBeppeGrillo.it, ottenendo circa il 2% delle preferenze. Andò decisamente meglio meno due anni dopo: a marzo 2013 approdò alla Camera dei Deputati grazie all’odiato listino bloccato per le politiche italiane.

Attualmente, è componente della Commissione Difesa, come la collega Tatiana Basilio nota in Sardegna per aver promosso ed ottenuto la modifica al codice dell’ordinamento militare sui limiti di altezza che penalizzerebbero il diritto democratico all’arruolamento dei giovani sardi nell’esercito italiano.

Come prima firmataria, a capo di un nutrito gruppo di parlamentari grillini, Emanuela Corda figura nell’interessante e mai dimenticato Progetto di Legge n. 2077 (16 febbraio 2014) nel quale i pentastellati affermavano che “recenti studi hanno messo in luce collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie specifiche quali leucemia, intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni, mutazioni genetiche trasmissibili, malattie tumorali, autismo e allergie”.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento