Tutti gli articoli

Militari verso la sindacalizzazione… (?) O forse no?





Ormai è ben nota a tutti la sentenza della Corte Costituzionale che “concede” anche ai militari italiani il diritto di aderire ad un sindacato. In Italia però i nostri militari sono ancora soggetti ad un sistema di “tutela” vecchio di 40 anni.

Malgrado la sentenza della consulta infatti, il mondo politico sembra essere entrato in una sorta di stallo e si ha  l’impressione che non vi sia l’intenzione di legiferare in fretta su di una tematica cosi importante, anzi….

Lo scorso 5 luglio, il Movimento  5 Stelle ha “presentato una ” Proposta di legge,  recante la dicitura “Norme sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e dei corpi di polizia ad ordinamento militare, nonché delega al Governo per il coordinamento normativo” (875). Il  testo ancora oggi  deve essere depositato ed in molti si chiedono dove sia finito o quali  siano le ragioni ostative alla sua pubblicazione.

Lo scorso 3 agosto, Forza Italia ha presentato un’ ulteriore proposta di legge circa la  Disciplina della rappresentanza sindacale del personale delle Forze armate e dei corpi di polizia ad ordinamento militare”(1060) . Anche in questo caso il testo non è stato ancora depositato. Stiamo forse assistendo alla solita vecchia parodia? Nella scorsa legislatura i disegni di legge furono addirittura 5, forse 6, tutti finiti nel dimenticatoio. Certo, oggi non è il caso di creare inutili allarmismi. Oggi c’è il Governo del Cambiamento e centinaia di migliaia di militari attendono con ansia una sana normativa che ne tuteli le reali aspettative lavorative e familiari.

Nel contempo però questi  soldati sono ancora in balia di norme studiate negli anni 60/70 tutte raccolte nella 382/78, ed i delegati di Forza Armata o militarmente organizzata,  per intervenire in favore dei colleghi,  spesso e volentieri sono costretti ad andare oltre le proprie ridicole competenze, subendo molto spesso  nocumento alla loro vita lavorativa. Per quanto dovrà ancora durare tutto questo?

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale, abbiamo assistito alla nascita di varie sigle sindacali, vogliamo citarne alcune , ma accettiamo volentieri ulteriori  segnalazioni:

Il PROGETTO SINDACATO MILITARE  ad esempio, si prefigge di tutelare chi vi  aderisce alle seguenti tematiche : tutela legale; tutela disciplinare; tutela previdenziale; tutela medico-legale (cause di servizio, equo indennizzi, etc); servizi di assistenza fiscale (730, ISEE, etc); tutela individuale oggi preclusa ai militari; definizione pratiche (parentale, 104, etc). Continua ↓



ilS.I.L.F., IL PRIMO SINDACATO DEI FINANZIERI le cui prerogative sono  volte alla realizzazione di  un “ soggetto inclusivo e partecipativo che si baserà sui valori di trasparenza, legalità e neutralità indicati dalla Corte Costituzionale e partirà dalla ventennale esperienza di Ficiesse. A giorni presenteremo l’istanza per l’ottenimento del preventivo assenso ministeriale alla costituzione del S.I.L.F., come previsto dalla normativa vigente e ribadito dalla sentenza della Corte, per poter essere operativi subito dopo l’Estate” così hanno dichiarato i promotori dell’iniziativa.

Il SIULM | SINDACATO UNITARIO LAVORATORI MILITARI che si prefigge di tutelare i militari in merito a tematiche quali Previdenza Complementare,  Legge su sicurezza sul lavoro e tutela salute dei militari , Uniformità applicazione Leggi e Direttive,-Trasparenza Amministrativa su avanzamenti e trasferimenti , Tutela e Supporto alle Famiglie di militari, Edilizia agevolata per alloggi militari / trasformazione Caserme chiuse o aree Demaniali non sfruttate in alloggi per militari, Logistica e benessere del personale impiegato in strade sicure, Revisione Codice Militare ,Abolizione dei Tribunali Militari ( solo sez. unica per fatti gravi e per operazioni all’estero ), Correttivi riordino carriere – Carriere aperte, Concertazione su Risorse e modalità di distribuzione su : Straordinari, Cfi e Fondo Efficienza, Aumento limiti di età per accesso Forze Armate.

Il P.D.M. Partito dei diritti dei militari, poi ci sono associazioni riconducibili all’ Arma dei carabinieri, quali l’U.N.A.C. ed il S.U.P.U.

Insomma, di  sigle ce ne sono già molte,e fin quando non ci sarà una legge che ne dispone gli ambiti di intervento, non potranno assistere alcun militare .Ma quali saranno le reali competenze del sindacato? Quali saranno le reali tutele del “delegato Sindacale“. Come avverranno le elezioni nelle basi militari? Quanti saranno i delegati per ogni base? Saranno ancora una volta delegati di categoria (A-B-C-D) o delegati di tutti i Ruoli? Continua ↓



Un delegato sindacale verrà posto in aspettativa per tutto il periodo del mandato a spese del sindacato da cui dipende? ( Questo già accade in Germania ad esempio ).

Il Sindacato sarà limitato ad una sola Arma o potrà accettare le adesioni di  qualsiasi militare?

Il militare sindacalista dovrà essere in servizio o potrà esercitare anche in quiescenza?  Nel caso in cui debba essere un militare in servizio, dove dovrà espletare il proprio mandato? Nel posto di lavoro o in un ufficio preposto?

Nel  caso di procedimento disciplinare ai danni di un collega iscritto, il delegato sindacale sarà membro della Commissione di Disciplina ( come avviene in Polizia) o potrà solo assistere il  militare dall’ esterno?

La tematica è ampia e le domande sono molteplici, andrebbe invero discussa  l’ individuazione di  una figura terza, una figura di  garanzia, una sorta di “giudice del lavoro”, cosi come accade in ambito civile. Oggi  sono  molti i militari laureati in giurisprudenza che hanno  reso più snello e funzionale il complesso mondo del “Diritto Militare”, chi  meglio di queste figure potrebbe assumere determinate cariche? Detta figura potrebbe avere un ruolo decisivo nelle Controversie individuali tra Militare e Amministrazione ad esempio.

Al mondo militare non rimane quindi che attendere le prossime mosse del  Parlamento Italiano, con la speranza che ci sia un celere intervento su una tematica cosi controversa , ma di cosi fondamentale importanza.

loading…


 

 

 

.

Condivisione

Lascia un commento