MILITARI E FORZE DELL’ORDINE: AUMENTI E ARRETRATI LONTANI PER DIFFICOLTÀ BUROCRATICHE

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

La situazione che Firenzepost ha denunciato più volte sta diventando realtà. L’accelerazione data alla firma dei contratti del pubblico impiego è stata una furbizia elettorale che da un lato non ha portato alcun vantaggio al Pd renziano, punito dagli elettori, dall’altro necessita di adempimenti burocratici lunghi e complessi che faranno slittare di non poco l’agognata acquisizione di arretrati, aumenti e applicazione di nuove normative.

Prendiamo ad esempio l’intero comparto difesa, uno di quelli penalizzati, a detta di alcuni sindacati. Anche coloro che si occupano della nostra difesa e della nostra sicurezza, ai quali il governo dovrebbe rivolgere un occhio di riguardo,  dopo le trattative con il governo risultate deludenti e inadeguate, sono comunque ancora in attesa di ciò che è stato promesso.

Il recepimento dell’accordo da parte della Corte dei conti, infatti, non ha sbloccato definitivamente la situazione, perché l’accordo dovrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale al più presto e trascorsi quindici giorni si potrebbe procedere al pagamento di arretrati e aggiornamenti delle retribuzioni. I dubbi, però, riguardano proprio i tempi di pagamento, per il quale sono necessarie altre formalità. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento