Tutti gli articoli

Militare Aeronautica 36 anni muore d’infarto. Incidente stradale per l’ambulanza che lo trasportava

Muore a 36 anni dopo aver preso parte a una corsa in montagna nella mattinata e l’ambulanza durante il trasporto in ospedale si scontra contro due auto. E’ stato un infarto a stroncare Antonio Bianchi, 36 anni, 1° Aviere Capo  dell’Aeronautica e atleta con la passione per la corsa. Ieri mattina, insieme a tanti amici, aveva preso parte all’ottava edizione della corsa organizzata dalla Winter Trail dei Marsi, associazione che si occupa anche l’Ecomartona dei Marsi, a Collelongo. Dopo la corsa di quindici chilometri l’atleta  stava bene, poi nel pomeriggio ha accusato un malore ed è stato trasportato d’urgenza dall’ambulanza all’ospedale. Nel tragitto da Villavallelonga ad Avezzano il mezzo di soccorso si è scontrato con due auto nel centro di Luco dei Marsi. L’ambulanza avrebbe tamponato prima un’auto in corsa e poi a catena unaAntonio Bianchiparcheggiata sul lato della strada. Essendo però un trasferimento in codice rosso non ha esitato a ripartire subito alla volta dell’ospedale, ma per Antonio purtroppo non c’è stato nulla da fare.  Il militare, sposato con due figli, il più piccolo di soli 6 mesi, era originario di Villavallelonga ma viveva a Luco dei Marsi dove aveva tra l’altro mosso i primi passi in questo sport che tanto lo appassionava. Era iscritto con la Podistica Luco e insieme agli amici ieri era andato a Collelongo a correre. La comunità di Villavallelonga, che solo un anno fa ha salutato la giovane Morena, ha appreso la notizia solo nel tardo pomeriggio. “Antonio era persona buona, nel vero senso della parola”, ha raccontato un’amica, “mai una parola fuori posto, mai un litigio. Simpatico e disponibile, amava la corsa e questa mattina ha preso parte all’ultima gara. Era un papà affettuoso e presente, ma anche uno zio adorabile. Lo ricordo mentre andava a passeggio in bici d’estate con le nipoti a cui era legatissimo, a dimostrazione della sua bontà e del suo attaccamento alla famiglia. È un dolore enorme che purtroppo non supereremo facilmente”.

inc3

Anche gli ultras della Curva Nord Taranto hanno voluto rendere omaggio a Gennaro Di Domenico, il militare di Salerno deceduto la scorsa settimana a causa di un brutto male. Il giovane di Pastena era un grande tifoso della Salernitana. Ed è per questo che, nonostante l’acerrima rivalità tra ionici e salernitani, che gli ultras rossoblù hanno voluto dedicare uno striscione al militare.

fd0713dd-a2fc-4fff-99c7-1c317e05c4f9_Public_Notizie_350_870_3

Condivisione

Lascia un commento